Il Paguro - piccola casa per giovani europei
agrorinasce

Il Paguro nei giorni 4/5/6 Settembre  sarà partner operativo della prima Summer School  promossa dalla sezione dall'Ucsi di Caserta insieme con Agrorinasce, in collaborazione con l'Ucsi nazionale e l'Ordine dei Giornalisti della Campania. L'iniziativa prevede Venti relazioni programmate e poi tanti altri interventi e incontri in divenire. Una tre giorni di approfondimento sul giornalismo investigativo in terre di mafia come non c'era mai stata prima: direttamente in periferia, nei luoghi dove una delle mafie più potenti e violente è nata e cresciuta, Casal di Principe.

La Cooperativa Sociale ONLUS “Incubatore di Imprese Artigiane” in collaborazione con l’associazione Giosef – Giovani Senza Frontiere – Caserta organizza uno scambio interculturale sulla tematica della disoccupazione giovanile che si terrà tra l’11 e il 18 Marzo 2016 a Casapesenna presso Il Paguro - centro di ospitalità e aggregazione giovanile. Lo scambio interculturale “We are working on” è promosso dal programma comunitario Erasmus + e coinvolgerà 24 giovani provenienti da Italia, Spagna, Croazia e Grecia. La disoccupazione giovanile, negli ultimi anni, ha raggiunto in Italia dei livelli record e ha coinvolto molti altri paesi europei diventando un fenomeno sempre più complesso da gestire.

Anche quest’anno l’associazione Giosef – Giovani Senza Frontiere – Caserta offre la possibilità di approfondire e migliorare le tue conoscenze della lingua Inglese.Il corso prevede l’avvio di due moduli quadrimestrali a scelta: uno base rivolto a tutti quelli che vogliono avvicinarsi a questa lingua partendo da zero, con l’obiettivo di raggiungere il livello A1/A2 del quadro europeo comune di riferimento per le lingue (CEFR) e uno avanzato per tutti quelli che hanno già conoscenze pregresse della lingua inglese e vogliono approfondirle, con l’obiettivo di raggiungere livelli B1/B2 del CEFR.

inaugurazione

Tappa a Casapesenna, nel casertano, per Agrorinasce
Inaugurati "Il Paguro" e, nel pomeriggio, alle 18, il "Centro di aggregazione giovanile"

CASAPESENNA [Caserta]. Si chiama "Il Paguro", piccola casa dei giovani europei. La carovana di Agrorinasce, stamattina (30 giugno), è arrivata a Casapesenna, nel casertano, penultima tappa del tour "L'Agro che rinasce". L'amministratore delegato del consorzio, Giovanni Allucci, ha restituito alla città la villa confiscata al boss Alfredo Zara, affiliato al clan di Casal di Principe. La dimora, da simulacro del malaffare, è ora diventata un ostello della gioventù, assegnato in gestione all’associazione "Giosef" (Gioventù senza frontiere). Sarà sede di scambi culturali del Servizio volontariato europeo, e rappresenterà un’occasione di accoglienza per i molti turisti "sociali" che vorranno visitare il territorio.

arsfelix manifesto

Il 24 Ottobre è fissata l’inaugurazione del “Centro di aggregazione giovanile per l’arte e la cultura”, in via Cagliari, 11, a Casapesenna, bene confiscato alla camorra, e della mostra di arte contemporanea “Ars Felix. Gli anni Settanta all’ombra della Reggia”, promosse dalla Seconda università di Napoli e dal consorzio Agrorinasce, con il patrocinio del Comune di Casapesenna e in collaborazione con le associazioni “Terra nuova” e “Terra blu” e con il centro culturale “Il Pilastro”.

Agrorinasce restituisce alla comunità 4 beni confiscati alla camorra tra Casal di Principe, Santa Maria la Fossa e Casapesenna

Il 29 e 30 giugno gli eventi per festeggiare con i cittadini il recupero e la riconversione degli edifici

CASAL DI PRINCIPE. L’Agro che rinasce! Da edifici del malaffare a simboli di un riscatto. Sono stati creati e gestiti dalla camorra con i soldi dello smaltimento illecito dei rifiuti, del pizzo, della droga, della prostituzione. Adesso ospitano strutture dove si farà pratica di legalità, di tutela dell’ambiente e promozione della cultura, attraverso il lavoro, l’accoglienza e la solidarietà.

Seguici su facebook

Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel sito