Il Paguro - piccola casa per giovani europei
agrorinasce

Ospiti del Paguro - Carovana per i diritti dei migranti

migranti 2

 

Quest'anno ad Aprile ospiti del Paguro i volontari della la Carovana italiana per i Diritti dei Migranti iniziativa svolta in parallelo con la Carovana mesoamericana. Tema del lungo percorso che ha toccato diverse città di tutta la penisola da Torino a Palermo “ il Destino dei migranti desaparecidos nel Mediterraneo”.

La carovana partita da Torino il 2 di Aprile ha terminato il suo percorso a Palermo il 18 Aprile , facendo tappa anche in provincia di Caserta. Promotori della tappa casertana la Cooperativa sociale “Agropoli” onlus, impegnata in attività di inclusione sociale di soggetti svantaggiati.

 

migranti 1

Un viaggio di denuncia, sensibilizzazione e di incontro tra i familiari dei migranti desaparecidos in Meso America e le realtà di resistenza pro-migranti in Italia.

La Carovana ha portato in giro per l’Italia le testimonianze dirette di :

Ana Gricelides Enamorado, madre hondureña che da anni, cerca il figlio di cui non ha più notizie dal 2010. Ora vive in Messico e lavora con il Movimiento Migrante Mesoamericano continuando la ricerca del figlio ed aiutando tutti gli altri familiari a cercare i loro cari scomparsi.

Maria Guadalupe Gonzalez, rappresentante di un gruppo di donne conosciute con il nome “Las Patronas” che ogni giorno, senza nessun utile personale, prepara il cibo per i migranti che attraversano il Messico sul treno soprannominato “La Bestia” nel loro viaggio verso gli Stati Uniti.

Omar García portavoce degli studenti della scuola normale rurale “Raúl Isidro Burgos” di Ayotzinapa, nello stato del Guerrero in Messico. Omar è un sopravvissuto della notte del 26 settembre 2014 nella quale tre studenti furono uccisi e altri 43, prelevati dalle forze dell’ordine, sono scomparsi.

Imed Soltani, rappresentante dell’associazione tunisina “La terre pour tous” che da cinque anni rappresenta le madri di 504 ragazzi dispersi durante il viaggio migratorio verso l’Italia e le supporta nella loro ricerca, nel tentativo di ritrovarli o di conoscere la verità sulla loro sorte.

Kamel Belabed rappresentante delle famiglie degli harraga spariti.Non ha notizie del suo figlio dal 17 aprile 2007, quando aveva tentato di partire come harraga dalle coste di Annaba

Seguici su facebook

Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel sito